Napoli, il maestro Riccardo Muti alla prima del San Carlo il 25 novembre con Mozart

da IL MATTINO «È un’opera che lascia l’amaro in bocca, un gioco perverso ricco di ammiccamenti erotici, evidentemente Mozart e Da Ponte si divertivano alle spalle di chi non capiva i loro messaggi da buontemponi, ma di Napoli, più studio la partitura, e più mi accorgo che c’è poco». Così Riccardo Muti condensa il senso…

Il «Conservatorio Cimarosa di Avellino» celebra Rossini e la Napoli del suo tempo a 150 anni dalla morte

Nel 150 esimo anniversario della sua scomparsa,il Conservatorio di Musica «Domenico Cimarosa» di Avellino, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmelo Columbro, si unisce al Conservatorio di «San Pietro a Majella»e all’Università «Federico II» di Napoli per rendere omaggio al grande compositore pesarese Gioacchino Rossini.  «Napoli & Rossini: Di questa luce un raggio» è il titolo della tre giorni che si svilupperà tra Napoli ed Avellino giovedì…

Napoli, nuovo caso di meningite: muore all’ospedale Cotugno a 22 anni

Un ragazzo di 22 anni di Casalnuovo è morto ieri sera nella rianimazione dell’ospedale Cotugno per una sepsi da meningococco. Si tratta del settimo caso fatale di infezione da Neisseria della meningite nel corso di quest’anno su 14 in totale. Una mortalità del 50%, molto elevata, ma condizionata dai tempi in cui viene effettuata la…

Avellino – Regolamento di conti tra giovani a manganellate in Via Scandone

Aggressione in Via Scandone ad Avellino nella serata di ieri. Sul grave episodio indaga la Polizia.Gli agenti della “Volanti” diretta dal Vice Questore Elio Iannuzzi hanno fermato due giovani pregiudicati avellinesi.Uno era in possesso di un manganello, l’altro aveva un occhio tumefatto. I due giovanissimi hanno dichiarato agli agenti di essere stati aggrediti in Via…

Terremoto di magnitudo 6.8 in Grecia, avvertito anche in Irpinia

Una forte scossa di terremoto è stata registrata dall’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia alle ore 0.54 sulla Costa Occidentale del Peloponneso, in Grecia, a pochi chilometri da Zante. La magnitudo del sisma è stata di 6.8. La scossa è stata avvertita in tutto il Sud Italia. Anche ad Avellino, soprattutto nei piani più alti…

Stalking, confermata la condanna a 4 anni e 8 mesi per l’agente che torturava Quagliarella

Confermata la condanna a quattro anni e otto mesi per Raffaele Piccolo, agente di polizia ritenuto responsabile di stalking a carico – tra gli altri – del calciatore Fabio Quagliarella (assistito dal penalista Rino Bartolino) e dell’artista Guido Lembo (assistito dal penalista Flavio Ambrosino). In aula il pg Stefania Buda aveva chiesto la conferma della…

AVELLINO – Il Comune apre le porte del “Teatro Carlo Gesualdo” agli Scugnizzi di San Tommaso

“Siamo lieti di aprire le porte del Teatro Gesualdo agli attori della compagnia teatrale Scugnizzi Lab. La loro storia mi ha entusiasmato. Hanno cominciato a recitare quasi per gioco, nella scuola Media di San Tommaso, che ha rappresentato un momento di aggregazione molto importante. Un messaggio chiaro, che testimonia quello che deve fare oggi la scuola,…

Avellino, arrestato un uomo di origini asiatiche per sfruttamento della prostituzione ad Ariano

Comando Provinciale di  – Avellino, 25/10/2018 Operazione contro il favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione da parte dei Carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino che, nella città del Tricolle, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 48enne di origini asiatiche, senza fissa dimora. Gli accertamenti svolti dai militari del Nucleo Operativo Radiomobile sono partiti monitorando…

IL ROMANZO DI VITO FAENZA SULLE CONFESSIONI DI UN BOSS, VENERDI’ LA PRESENTAZIONE AL CIRCOLO DELLA STAMPA

“Un capo camorra si confessa con un giornalista negli ultimi giorni di vita. Gli racconta la sua carriera criminale e gli rivela i retroscena di delitti per i quali non è stato inquisito. Gli rivela anche i luoghi dove sono state sepolte alcune vittime di lupara bianca, affinché: “Le madri possano avere una tomba sulla…

Santa Maria Capua Vetere: “Nostra nipote quando vedeva il crocefisso parlava Latino”

«Nostra nipote manifestava una violenta avversione al sacro; alla vista del crocifisso si trasformava e si contorceva. Quando pregavamo, lei replicava parlando in latino con voce roca e quasi maschile, girava gli occhi all’indietro mostrando solo il bianco. Aveva una forza disumana: in un caso ha rovesciato una panca dove erano sedute due persone. Aveva…